PROSECCO: SPUMANTE e FRIZZANTE - Qual'è la differenza?

Nel corso degli anni, una delle domande più ricorrenti che clienti ed amici mi hanno fatto è stata: qual'è la differenza tra Prosecco Spumante e Prosecco Frizzante?

In effetti ho constatato che in molti tendono ad unificare le due tipologie riconducendole ad un unico prodotto: il Prosecco frizzante ovvero quello con la legatura spago.

Anche il consumo delle due tipologie cambia in base al territorio: Al Nord o comunque nelle grandi città dove è consuetudine prendere l'aperitivo a base di Prosecco si utilizza la versione spumante, mentre al Sud dove per aperitivo si predilige quello analcolico oppure "quello della casa" il consumo del Prosecco si basa quasi esclusivamente nella tipologia frizzante.

Dal punti di vista enologico le due tipologie partono da una base di vino sostanzialemente indentica. La fase di spumantizzazione avviene con il metodo Charmat e per alcuni frizzanti con una rifermentazione in bottiglia.

   
  • Vino Frizzante: vino con titolo alcolometrico complessivo non inferiore a 9°che, conservato in recipienti chiusi di massimo 3lt alla temperatura di 20° creano una pressione compresa tra 1 e 2,5 atmosfere;
  • Vino Spumante: senza scendere nelle differenze dovute al grado zuccherino, definiamo come spumante un vino con titolo alcolometrico complessivo non inferiore a 9,5°che, conservato in recipienti chiusi di massimo 3lt alla temperatura di 20° creano una pressione compresa tra 1 e 3 atmosfere.

A molti le definizioni precedenti diranno poco o niente quindi cercherò di dare delle indicazioni pratiche per poter differenziare le due tipologie.
Cominciamo dal colore, il classico giallo paglierino tende ad essere più carico nella versione frizzante mentre nella versione spumante è brillante.
La grande differenza la troviamo nelle bollicine, grossolane e meno persistenti nella versione frizzante fini e persistenti nella versione spumante.
Un'ultima considerazione va fatta sul grado zuccherino che, nello spumante può variare dando vita alle versioni Brut, Extra-Dry e Dry.


Sarà dunque nostra cura saper scegliere il prodotto adatto per avere il migliore abbinamento.

Vi lascio con un ultima informazione: Lo sapete che esiste anche la tipologia Prosecco fermo...

Commenti