CLEMENTE VII - Chianti Classico DOCG 2008 - Castelli del Grevepesa

"Campoli, nel cuore del chianti classico, è una tipica pieve toscana, risalente al XI secolo, circondata da vigne e oliveti.
Per pamena posizione è stata scelta dai vescovi fiorentini come soggiorno prediletto.
Tra gli ospiti più illustri di Campoli si ricorda Giulio de' Medici che ne fu pievano prima di diventare arcivescovo di Firenze ed essere eletto Papa col nome di Celemente VII, nel 1523.
Serio ed equilibrato regnò con equità e sagacia politica, fino al 1534.
Questo vino chiantigiano è l'omaggio della Castelli del Grevepesa ad un illustre chiantigiano di adozione."




CLEMENTE VII - Chianti Classico DOCG
Sono queste le parole impresse sull'etichetta, elegante ed austera, del Clemente VII, un Chianti Classico DOCG che esprime al meglio le caratteristiche del sangiovese, uno dei vitigni portanti dell'enologia italiana.










La maturazione separata tra botti di rovere di Slavonia e barriques nella percentuale 85% e 15% dura 12 mesi. Questo passaggio, a mio avviso fondamentale, conferisce quel gusto particolarmente vellutato in cui i tannini nobili esprimo il meglio.
.
CLEMENTE VII - Chianti Classico DOCG
Di colore rosso rubino, nel bicchiere presenta archetti che ben definiscono l'alcolicità dei suoi 13°.

L'esame olfattivo regala sentori di frutti rossi, di vaniglia ed una chiusura di note speziate. Fine ed abbastanza persistente.

L'avvolgenza ed i tannini morbidi sono le prime sensazioni dell'esame gustativo. Ritornano i frutti rossi e la vaniglia dell'esame olfattivo, un po meno la parte speziata. Fine e persistente lascia un retrogusto vanigliato, forse un pò morbido per chi gradisce i gusti più decisi. Abbastanza equilibrato.

 
La fiorentina, oltre ad essere un accostamento del territorio è il giusto abbinamento per questo vino. Infatti carni grigliate, formaggi a media stagionatura e cacciagione non troppo elaborata si sposano al meglio con questo nobile vino del Gallo Nero.

Commenti

  1. Ed è anche un ottimo vino. Come ho scritto nel post "una bella espressione del vitigno sangiovese".

    RispondiElimina

Posta un commento